Category Archives: Italia

Gabriele Libero

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

unpartigianomidisse

Gabriele Del Grande è mio Fratello. “Compadre”, come ci chiamiamo tra noi, per riconoscere quelle persone che sentiamo ancor più vicine dei fratelli di sangue, perché sono fratelli di anima e cuore. In questi giorni, saperlo isolato in una galera turca mi toglie il respiro, mi soffoca il battito cardiaco. Mi sento impotente, frustrato. In che modo posso aiutarlo? Vado a incatenarmi ai cancelli dell’ambasciata turca di Addis Abeba, dove vivo con la mia famiglia? Strillo, piango e scalcio fino a farmi arrestare anch’io? Mia moglie mi ricorda che tra qualche giorno nostra figlia Michela compie un anno.. Anche Gabri di recente ha avuto un bambino: Levante – questo lo splendido nome che hanno scelto con la compagna Alexandra – è nato poco prima di Michela. La felicità può essere pericolosa, può rendere pavidi. Non è il caso di Gabriele, che da qualche mese si è tuffato nell’ennesima coraggiosa e generosa avventura: ha deciso di scrivere un libro, Un partigiano mi disse, che faccia luce e informazione sulla guerra che da 7 anni devasta la Siria e da lì si propaga in Medioriente, in Europa e nel Mondo; un libro che racconti la nascita e la vera identità del cosiddetto Stato islamico, di cui tutti parlano senza saperne niente; un libro che renda almeno la giustizia del vero “a quello straordinario e pacifico movimento che tra il 2011 e il 2012, quando la parola d’ordine era ancora non-violenza, portò in piazza milioni di siriani contro la dittatura, decine di migliaia dei quali sono stati uccisi, torturati, sepolti in carcere o costretti ad abbandonare il proprio Paese” Continue reading »

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Populisti

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

arbegnouch

Fa male vedere Marine Le Pen, figlia del fondatore e leader del “Front National”, candidata favorita delle prossime presidenziali francesi: un partito di estrema destra, di lunga e inequivocabile tradizione fascista, probabile faro di governo del Paese che ha ispirato “liberté, egalité, fraternité”. Continue reading »

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Fortopìa, 30 anni d’amore e autogestione

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Franzo sul ponte levatoio, primo maggio 2016

Franzo sul ponte levatoio, primo maggio 2016

A Roma, “città eterna”, la memoria è un muscolo ogni giorno più pigro, atrofizzato in modo ormai quasi irrimediabile. Memoria affettiva e relazionale di gente sempre più persa nei cazzi suoi. Memoria storica e politica, humus sterilizzato di un presente che ha perso la bussola. Il nano si è buttato dalle spalle del gigante e gli piscia sui piedi, tronfio d’orgoglio suicida. Rigurgiti di un passato nero appestano l’aria stantia di una città che ha preso tutti i difetti e nessun pregio della metropoli, la cui “grande bellezza” rimane ostaggio della solita cricca di banditi incravattati. Continue reading »

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone